Cart

New title

I vini da portare a tavola per Pasqua

Avete già organizzato il vostro pranzo di Pasqua?

Che lo passiate in casa o al ristorante per un pranzo in famiglia, non può mancare del buon vino da abbinare ai piatti presenti nel menù. Ecco allora per voi i nostri consigli.

Iniziamo con un buon antipasto, la bollicina non può mancare, ma attenzione a cosa mangiamo, menù di carne o di pesce?

 

Antipasti

Antipasti a base di torte salate, uova o salumi si sposano bene con un buon prosecco, che grazie alle sue bollicine tende a sgrassare un po’ ma se preferite, anche un rosso leggero, non troppo corposo ci sta bene.
Preparazioni a base di pesce, vol-au-vent e asparagi invece, si abbinano con dei bianchi freschi, leggeri di medio corpo, come un buon Sauvignon o una Malvasia.
Se optate per un menù più tradizionale, che apre con il classico antipasto pasquale con la torta pasqualina, meglio ricadere su un Friulano, dalle note fruttate e vegetali, fiori bianchi e mandorla amara, con una buona sapidità e con un buon grado alcolico. Se preferite invece un vino rosso, un Merlot farà il caso vostro.

 

Primi

Passiamo ai primi: per una tradizionale lasagna con ragù d’agnello ci abbiniamo un Montepulciano D’Abruzzo, fruttato con note di amarena e frutti di bosco che si fondono a fini sentori speziati dal sapore pieno, morbido e persistente con tannini dolci e setosi.
Mentre se il vostro primo è a base di pesce come una lasagna con asparagi e gamberi, potete abbinarci una bollicina dal perlage fine, come una buona ribolla gialla o un Sauvignon non troppo profumato, con un buon corpo, magari anche uno che ha fatto un piccolo passaggio in legno.

 

Secondi

Per il secondo, se è a base di pesce come per esempio un filetto di branzino con maionese al pistacchio di Bronte, possiamo abbinarci un Etna bianco, che grazie alla sua acidità, sapidità e bouquet di fiori e frutti, rende questo piatto fresco.
Per aprire un ventaglio di profumi che ricordano la primavera, il gewurztraminer fa il caso nostro, perfetto da accompagnare a crostacei e crudo di pesce.
All’agnello, tradizionale secondo pasquale, ci abbiniamo l’Arbis Ros, che grazie al suo gusto pieno e morbido, con i tannini ben risolti ed elegante freschezza, ne facilita la beva.

 

Dolci

Per finire in bellezza, la classica colomba, da abbinare ad un buon Moscato D’asti.
Se invece, non volete essere banali, vi proponiamo la Colombana, classica gubana a forma di colomba, perfetta da accompagnare da un nostro vino dolce, come un Picolit.


Tania Nassinvera

Sommelier

Loading...